amarone

Venezia incontra Amaron’È: il vino principe della Valpolicella

Si è concluso domenica 4 ottobre l’esclusivo evento AMARON’E’ tenutosi presso il Luxury Hotel Danieli di Venezia.

L’evento, creato da Fondazione Italiana Sommelier e Famiglie dell’Amarone d’Arte, ha portato a Venezia il “cuore” della Valpolicella e le sue eccellenze.

Oltre 400 persone, tra cui ristoratori, giornalisti e produttori, erano presenti alla manifestazione coronata da grande successo.

Numeroso anche l’afflusso dei colleghi e amici sommelier nostri soci e di altre associazioni legate al mondo dell’enogastronomia.

I vini di Allegrini, Begali, Brigaldara, Guerrieri Rizzardi, Masi, Musella, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant’Antonio, Tommasi, Venturini, Zenato, hanno avuto, come degno accompagnamento, il riso del Consorzio di Tutela  Vialone Nano e altri prodotti tipici veronesi che hanno reso famoso questo territorio in Italia e nel mondo.

In modo particolare il pubblico ha apprezzato ha apprezzato la degustazione dell’annata di Amarone 2004 guidata da Daniela Scrobogna e Marilisa Allegrini che, in qualità di Presidente delle Famiglie dell’Amarone d’Arte, ha illustrato gli scopi dell’Associazione:

“Le 12 Famiglie dell’Amarone d’Arte fondano le proprie radici nei valori di storicità e arte espressa in ogni sua accezione e promuovono da generazioni una delle più prestigiose zona di produzione vitivinicola italiana: la Valpolicella. E portano con loro, dal 2009 anno di fondazione dell’Associazione, la tradizione di un grande vino, l’Amarone, che unisce  il proprio patrimonio di valori, artigianalità e produzione e di saperi consolidati nel tempo.

Le Famiglie dell’Amarone d’Arte si sono date precise regole produttive con l’obiettivo di essere testimoni della loro lunga storia e appongono un ologramma esclusivo e distintivo sulle loro bottiglie di Amarone, per renderle riconoscibili e dare un visibile senso di appartenenza all’Associazione”.

amarone

Ci piace infine ricordare tutte le Aziende che hanno contribuito alla riuscita della giornata, cui va un sentito e caloroso ringraziamento:

i salumi di Piovesan, Signorato, e de “il Vigneto dei salumi”,  i formaggi del Consorzio Monte Veronese DOP, della Casatella Trevigiana,  l’olio veronese di Vaccarella Monica,  Terre Bianche e Turri, i distillati di Amarone di Brunello e Castagner , il riso del Consorzio di Tutela Riso Vialone Nano IGP e il pane di Figulì.

I calici sono stati forniti da Pathos Glass e gli originali porta bicchieri da Vinstrip.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *